La pietra e il cielo - Romanzo storico - MARCO SURRA

Vai ai contenuti

Menu principale:

La pietra e il cielo - Romanzo storico

TESTI

 


Il destino di Rosarna, giovane siciliana appartenente ad una agiata famiglia di Noto, sembra segnato dagli interessi dei Valdolina, notabili del luogo e dall’intemperante Simone, capo dei locali briganti quando il disastroso terremoto del 1693 e la concomitante conoscenza di Giacomo, giovane ufficiale e studioso piemontese, ne cambierà la vita e quella della sua famiglia fino a coinvolgere anche la bellissima madre Marianna e Federico, nobile toscano, istitutore del protagonista. Quest’ultimo conoscerà l’amicizia di Filiberto e le imposizioni del gemello di quest’ultimo, Umberto di Villalta, funzionari del sovrano sabaudo e vivrà la passione per la conturbante e misteriosa Elenoire.

La vicenda personale dei protagonisti si intreccerà con gli avvenimenti storici che hanno interessato la ricostruzione di Noto secondo la regolarità dell’impianto urbanistico e le ampie prospettive dell’architettura barocca, con gli eventi bellici che hanno interessato Torino e il Piemonte, nel tentativo di svincolarsi dalla egemonia francese e in particolare l’Assedio del 1706, e infine con le circostanze storiche che hanno realmente unito la Savoia alla Sicilia all’inizio del Settecento.

La figura di frate Bonaventura, scienziato, confessore e amico di Rosarna, i cui contatti con Padre Lana de’ Terzi portano ad ipotizzare la possibilità di realizzare una nave volante e la ricerca sperimentale che ne consegue, in un periodo in cui la Chiesa della Controriforma esprime una ferma difesa dei princìpi della tradizione religiosa, giustificano l’inquietudine dell’epoca esprimibile secondo Pascal nella considerazione che “la scienza, attraverso il metodo dell’esperienza, rende conto dell’essenza del creato, ma non consente di dimostrarne i principi primi, per i quali occorre appellarsi alla fede”.

Dal fermento culturale nella Toscana, culla delle Accademie scientifiche, al fasto dei palazzi del Piemonte barocco, dalla contrastata scelta del sito per la ricostruzione di Noto alla dura vita nelle fortezze della Francia del Re Sole, dai misteri dei cunicoli sotterranei di Torino alla sontuosità della incoronazione del re di Sicilia, il racconto si muove ininterrottamente tra i sentimenti e i caratteri dei protagonisti e le vicende, storicamente e scientificamente documentate, nelle quali trovano spazio personaggi realmente esistiti.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu